home
          repertorio  
      date    
    audio      
      foto        
    contatti          
               
               

 

 

 Oliviero Pari nasce a Varese nel 1979. Inizia prestissimo, nel 1983, lo studio del pianoforte, per poi dedicarsi anche al trombone e allo studio della composizione, di cui ottiene i compimenti inferiori. Parallelamente agli studi universitari - presso la Facoltà inizialmente di Lingue e Letterature Straniere e successivamente di  Scienze della Comunicazione Musicale dell’Università di Milano, inizia lo studio del canto con le insegnanti M.Liguori e S.Turchetta.

 

Si laurea in canto prima nel Triennio Accademico di I Livello, successivamente nel Biennio Accademico di II Livello, presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Conservatorio G. Cantelli” di Novara, ottenendo in entrambi 110 magna cum laude.

 

Ha partecipato a seminari, lezioni e masterclass di specializzazione con Luciana Serra, Claudio Desderi, Bonaldo Giaiotti, Giorgio Merighi, Roberto Scandiuzzi, Neville Tranter (canto e teatro di figura). Si specializza in repertorio barocco e cameristico francese con Lena Lootens presso il Koninklijk Conservatorium di Brussels, nel repertorio belcantistico e verdiano con Nadia Petrenko. 

 

Tra le esperienze di docenza si contano la classe di canto lirico presso l’Accademia di musica “A. Toscanini” e l’associazione ACP di Verbania, la classe di Canto - secondo strumento in qualità di tirocinante presso l’ISSM “Conservatorio Guido Cantelli” di Novara.

 


In qualità di cantante ha debuttato a Chieti in La Serva Padrona di Pergolesi. Ha interpretato il ruolo di Don Basilio nel Barbiere di Siviglia di Rossini presso il Teatro Lirico “Carlo Coccia” di Novara (regia originale di Alfonso Cipolla per Intermezzo di Intermezzi), ha quindi debuttato nella stessa opera il ruolo di Don Bartolo presso il Teatro “La Fabbrica” di Villadossola. Ha vinto il concorso ”Opera Bazar” ottenendo il ruolo di coprotagonista nell’opera Arlecchino finto morto di Aldo Tarabella, con debutto a Lucca, tournée successiva e ripresa al Teatro Comunale “Pavarotti” di Modena. Inoltre ha interpretato Samuel nel verdiano Un Ballo in Maschera a Lecco, Leporello in Don Giovanni a Milano e Arne nell'opera Il denaro del Signor Arne di G. C. Sonzogno, eseguita in occasione delle celebrazioni per il centenario della nascita del compositore. Ha cantato anche il ruolo del Dottore in Wozzeck di Alban Berg (Milano, Accademia delle Belle Arti di Brera), Plutone nell'Euridice di Jacopo Peri (teatro Consorziale di Budrio, Bologna) e Zuniga in Carmen (Ivrea); è Marchese di Obigny in Traviata al Teatro Civico di La Spezia, Colline in Bohème al teatro Politeama di Catanzaro. 

Interpreta Ramfis (Aida) a Sannazzaro de’ Burgondi (Teatro SOMS) in provincia di Pavia, a Torino (Casa del Teatro Ragazzi), Nichelino (Teatro Superga), Verbania (Teatro S.Anna), Trieste (Teatro Stabile Rossetti), Omegna (Teatro Sociale), Roma (Teatro di Villa Pamphilj, Teatro Don Bosco), Berna (Teatro Nazionale), Palermo (Museo A.Pasqualino), Garlasco (Teatro Martinetti) e ai Festival Arrivano dal Mare di Gambettola e Incanti di Torino.

 

 

Ha preso inoltre parte come protagonista ad uno spettacolo di parodie liriche presentato al Teatro Comunale di Piossasco per la regia di Claudio Cinelli, artista di fama internazionale con cui collabora a progetti di spettacolo tra opera e teatro di figura.

Dal 2007 collabora stabilmente con l’Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare, prestigioso centro studi riconosciuto a livello internazionale, approfondendo la ricerca sui molteplici rapporti tra musica e teatro di figura.

Tra i suoi lavori, si segnala il saggio Il Teatro dei Piccoli nella vita musicale romana (1914-1923) incluso nel volume Le note dei sogni; I compositori del Teatro dei Piccoli di Vittorio Podrecca (Titivillus 2014), incentrato sulla più straordinaria esperienza di teatro d’arte italiana del Novecento.

Ancora per l’Istituto, ha curato la parte musicale di svariate produzioni improntate su una rigorosa progettualità di ricerca storica: “Ove io passo i miei giorni” - Volpedo racconta Pellizza in occasione del Centenario della morte di Giuseppe Pellizza da Volpedo (2007), L’alba della Repubblica. Dall’albero della libertà al “crac” delle banche (2009), Profumo di Acheronte (2012), Don Giovanni (2013), La notte dei racconti (2013), Pupazzetti. Per Vittorio Podrecca e i suoi Piccoli produzione Mittelfest (2015), Aida è servita (2016), La notte dei narratori (2017), La tragica storia del dottor Faust (in allestimento).

 

 

È finalista in diversi concorsi internazionali (presieduti da cantanti come Magda Olivero) ottiene il Terzo Premio e il Premio del pubblico al Terzo concorso Lirico Internazionale “Giannino Zecca”, vince il Secondo Premio (Primo Premio non assegnato) al Quinto Concorso Lirico Internazionale “Terre dei Fieschi”, ed è vincitore al Terzo e al Quarto Concorso Lirico Internazionale “Arturo Pessina” (2018 e 2019), ottenedo scritture rispettivamente per i ruoli di Ramfis (Aida) e Zaccaria (Nabucco).

 

 

Per quanto riguarda il repertorio sacro, partecipa ad una tournée a Los Angeles esibendosi in St.Monica Catholic Church e a Pasadena (Requiem di Mozart). Nel corso del 2006 interpreta inoltre il ruolo di Gesù nella Passione di A. Pärt. Ha cantato in Vaticano come solista nell’Oratorio di Pasqua e nella Cantata 42 di Bach, trasmesso da Radio Vaticana. Sempre come solista nell’ambito del repertorio sacro ha interpretato la Passione secondo Matteo di Bach, la Passione secondo Giovanni di A. Scarlatti, Requiem, Vesperae Solennes de Confessore e le messe KV49, KV194, KV427 di Mozart; Membra Jesu Nostri di Buxtehude, Theresienmesse, Nelsonmesse e Stabat Mater di Haydn. Te Deum e Messe de Minuit di M.A.Charpentier e Missa Solemnis di F.Liszt, Messia di G.F.Handel, Requiem di Saint-Saens, Messa di Gloria di Puccini, Requiem di Verdi.

Inoltre, da concertista, affianca al repertorio cameristico francese tardo ottocentesco e di primo Novecento (G.Fauré, C.Debussy, M.Ravel, F.Poulenc) il repertorio operistico, principalmente verdiano in scenari quali il Teatro Coccia di Novara, il Teatro dei Filodrammatici di Cremona, la Biblioteca Braidense di Milano e Villa Verdi di Busseto.

 

 

           
            home  
          repertorio    
        date      
      audio        
    foto          
  contatti          
             

 

Oliviero Pari was born in 1979. He starts early, in 1983, studying piano and then also studied trombone and composition. He achieved the inferior completions of composition and trombone, respectively,  at L. Marenzio Conservatory in Brescia and at G. Verdi in Milan, he involved the study of singing with the teachers M. Liguori and S. Turchetta, achieving inferior completion at the Conservatory of Riva del Garda. He also attended lessons, seminars and masterclasses with Nadia Petrenko, Luciana Serra, Claudio Desderi, Victoria Licari, Lena Lootens, Bonaldo Giaiotti, Neville Tranter (singing and puppetry). After the attainment of scientific maturity P.N.I. (National Plan for Information Technology), he studied at the Faculty of Sciences of the Musical Comunication of the University of Milan, specializing in psycho-pedagogical musical address. He graduated in singing “magna cum laude” in both Bachelor and Master in the Istituto Superiore di Studi Musicali "Conservatorio G. Cantelli " in Novara. Now he's He teaches singing in 'A.Toscanini' music school in Verbania.

 

As a singer debuted in Chieti in Pergolesi’s “Serva Padrona”, also he played Don Basilio role in Rossini's “Barbiere di Siviglia” (original arrangement by Alfonso Cipolla) at the Teatro Lirico "Carlo Coccia" in Novara for 'Intermezzo di Intermezzi', also he debuted as Don Bartolo in the same opera at the ‘La Fabbrica' theater in Villadossola. He won the contest "Opera Bazar” getting the role of co-protagonist in Aldo Tarabella’s Arlecchino finto morto opera, premiering in Lucca, subsequent tour and a reprise in Modena's main theatre, 'Pavarotti'. He also played as Samuel in Verdi’s Un Ballo in Maschera in Lecco (teatro ‘Cenacolo’), and Leporello in Don Giovanni in Milano (teatro ‘Rosetum’) and, as Arne, in G.C. Sonzogno’s Il denaro del Signor Arneopera, performed during celebrations for the centenary of the birth of the composer in Auditorium F.lli Olivieri in Novara. He also played the role of the Doctor in Berg’s Wozzeck (Milano, teatro di Brera), and Plutone in Peri’s Euridice (teatro Consorziale di Budrio, Bologna), Zuniga (Bizet's Carmen, Ivrea), Ramfis, Aida in Sannazzaro de’ Burgondi (Teatro SOMS)  near Pavia, Torino (Casa del Teatro Ragazzi), Nichelino (Teatro Superga), Verbania (Teatro S.Anna), Trieste (Teatro Stabile Rossetti), Omegna (Teatro Sociale), Roma (Teatro di Villa Pamphilj, Teatro Don Bosco), Bern (Teatro Nazionale), Palermo (Museo A.Pasqualino), Garlasco (Teatro Martinetti) and at Festival Arrivano dal Mare, Gambettola and Incanti, Torino;  Marchese di Obigny in Traviata  (Teatro Civico di La Spezia), Colline in Bohème (teatro Politeama, Catanzaro).

He often reached final selections in several international competitions (chaired by singers like Magda Olivero), he won third prize and audience's prize at Third International Competition 'Giannino Zecca', and he won second prize (the first was not awarded) at the Fifth International Opera Competition 'Terre dei Fieschi'. As one of the winners of the third and fourth Giannino Zecca competition, he obtianed gigs as Zaccaria in Nabucco and Ramfis in Aida.

 

He also played as protagonist in a lyrical parodies show performed at the Teatro Comunale in Piossasco, directed by Claudio Cinelli, international artist with whom he collaborated in opera and art theatre show projects. In the same filed reported the homage to Vittorio Podrecca and his musicians, placed at the Teatro Regio in Turin and at the International Festivals of Art Theater in Gorizia and Cervia. He cooperated with the Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare (Institute for Puppets Arts and Popular Theater, Grugliasco) with whom he created shows such as: Ove io passo i miei giorni, Volpedo racconta Pellizza, during the celebrations for the centenary of Giuseppe Pellizza da Volpedo’s death, and L’alba della Repubblica by Giovanni Moretti.

 

He performed different concert repertoires of the nineteenth century (A.Pärt, A.Webern, A.Berg, F.Poulenc), but he delved into sacred baroque genre (especially Bach) and Mozart too, performing at San Marco in Venice, at Santa Maria in Trastevere, in Rome, at San Lorenzo in Mantova, Alessandria, Verona, Rovereto, Brescia, Novara, Varese, Vercelli, Verbania, Biella, Lecco, Milan and may other places. In 2006 played the role of Jesus in A. Pärt’s Passion. He was lead singer at Easter Oratorio in Vaticano and he performed Bach’s Cantata 42 (Am Abend aber desselbigen Sabbats), broadcast by Vatican Radio. He performed as lead singer Bach’s La passione secondo Matteo, A.Scarlatti’s Passione secondo Giovanni; Mozart’s Requiem, Vesperae Solennes de Confessore, Mass KV49, KV194, KV427; Haydn’s Salve Regina, Nelsonmess, Theresienmesse; Buxtehude’s Membra Jesu Nostri and Sacred Cantats.

 

 

           
          home    
        repertorio      
      date        
    audio        
  foto        
contatti